itenfrderorues

Ecco cosa significa il codice delle navi da guerra

Ogni nave ha un numero dipinto sullo scafo: è il pennant number. La sua storia risale alla tradizione della Royal Navy e ci spiega (quasi) tutto su un'unità

F584

Lorenzo Vita

Cosa significa quel numero su quella nave da guerra? È la domanda che molti osservatori si fanno guardando una portaerei, una fregata o anche un sottomarino. L'occhio osserva la pista, il ponte di comando, la prua... e ci si imbatte in uno strano codice dipinto sullo scafo. Tendenzialmente, ma non per tutte le Marine del mondo, è un codice alfanumerico: una lettera e alcuni numeri. Un codice preciso, diverso per ogni nave e che solo apparentemente non vuol dire nulla, se non intuitivamente il "nome" della nave.

In realtà quel sistema di lettere e numeri ha una storia e un significato particolari che affondano le proprie radici nella tradizione della Royal Navy. È la Marina britannica che per prima intuì l'utilità di un segno distintivo che potesse far capire ai comandanti alleati (e nemici) quale imbarcazione si stesse incrociando. Un segnale utile quando le operazioni dovevano essere coordinate con binocoli e bandiere e per questo era necessario avere qualche elemento in più per capire che unità fosse quella che si osservava dal ponte della propria nave.

L'invenzione britannica, che si estese a tutto il Commonwealth, ha preso poi piede anche in molte Marine del mondo. Il pennant number è diventato a tutti gli effetti un distintivo ottico presente su tantissime navi (occidentali e non), uno dei modi che hanno gli esperti per identificare immediatamente un'unità militare. E nella Marina Militare Italiana? Le lettere sono un riferimento al tipo di unità: "S" per sottomarino, "F" per fregata, corvetta o pattugliatore di squadra, "D" per cacciatorpediniere, "A" per nave ausiliaria, "P" per pattugliatore d'altura o costiero, e così via. Diverso il caso di portaerei e incrociatori portaeromobili, dove invece viene preferito solo il "55" più un numero.

Numeri che possono sembrare delle semplici "targhe", ma che invece aiutano a capire a chiunque guardi una nave cosa è in grado di fare, quale è la classe di appartenenza e, se osservata in navigazione, si può anche capire per quale motivo venga inviata in un certo teatro operativo.

FONTE: Logo Ilgiornalepuntoit

Ti piace l'articolo? Condividilo

Facebook TwitterPinterest
Il mare nel cuore

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Non arrenderti mai amico mio, impare a cercare sempre il sole, anche quando sembra che venga la  tempesta ... e lotta!

Mi trovate anche nei Social

Disclaimer

Si dichiara, ai sensi della legge del 7 Marzo 2001 n. 62 che questo sito non rientra nella categoria di "Informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Web master: Giancarlo Montin
Le immagini dei collaboratori detentori del Copyright © sono riproducibili solo dietro specifica autorizzazione.
Il contenuto del sito, comprensivo di testi e immagini, eccetto dove espressamente specificato, è protetto da Copyright © e non può essere riprodotto e diffuso tramite nessun mezzo elettronico o cartaceo senza esplicita autorizzazione scritta da parte dello staff di ”Il Mare nel cuore”
Chi vuole può contribuire al miglioramento del sito, inviando foto o video all’amministratore, accompagnato dalle liberatorie e/o autorizzazioni scritte dei relativi proprietari del copyright.
L’eventuale pubblicazione è a discrezione del proprietario del sito. Il materiale cartaceo non verrà restituito.
Copyright © All Right Reserve

In classifica

sito

Torna alla Home

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.