itenfrderorues

Concluso a MARISTAELI Luni il primo corso “Naval Aviation Water Survival – NAWS” della Marina

Concluso a MARISTAELI Luni il primo corso “Naval Aviation Water Survival – NAWS” della Marina

L’iter addestrativo degli equipaggi di volo della Marina Militare si arricchisce di un nuovo importante momento formativo.

Corso Maristaeli10

10 luglio 2020 David Ilardi

Operazioni e addestramento

Dal 29 giugno al 3 luglio 2020 si è svolto, presso la Stazione Elicotteri della Marina Militare (MARISTAELI) di Luni e nelle acque del Golfo della Spezia il primo corso "Naval Aviation Water Survival – NAWS" della Marina. Il percorso formativo, organizzato nel pieno rispetto delle norme di distanziamento anti COVID presso MARISTAELI Luni, con la collaborazione del Comando Subacquei e Incursori (COMSUBIN) e il Comando delle Forze di Contromisure Mine (MARICODRAG), si è articolato in più fasi a difficoltà crescente.

Il corso è iniziato con una fase dedicata alla formazione teorica e di preparazione fisica, per proseguire con un modulo pratico in piscina finalizzato alla familiarizzazione con le attrezzature e con le tecniche di sopravvivenza in acqua. In seguito, i corsisti hanno affrontato una fase di attività in mare, per poi concludere il percorso formativo con l’addestramento alla fuoriuscita in emergenza da elicottero ammarato presso l’Helo Dunker.

Hanno partecipato sette frequentatori appartenenti agli equipaggi di volo delle forze aeree della Marina, oltre ad un aero soccorritore in servizio presso la Base Aeromobili delle Capitanerie di Porto di Sarzana. I corsisti, durante le lezioni teoriche e pratiche, hanno acquisito le conoscenze e competenze necessarie a sviluppare gli automatismi e la preparazione psicologica per gestire la permanenza in mare in attesa dei soccorsi, che hanno poi testato confrontandosi con le proprie capacità durante l’esercitazione pratica svoltasi in mare, alla presenza del comandante in capo della squadra navale, ammiraglio di squadra Paolo Treu, che ha voluto osservare uno dei momenti salienti e più impegnativi dell’addestramento.

I corsisti, dopo essere rimasti in acqua per più ore, impiegando il proprio equipaggiamento e le tecniche di sopravvivenza acquisite, sono stati prima recuperati da nave Termoli con la rete recupero naufraghi e successivamente da un elicottero MH-101A del 1° Gruppo Elicotteri. La presenza degli assetti cooperanti è stata fondamentale per dare completezza ed efficacia all’addestramento e garantire quindi il successo di un’attività complessa, evidenziando la perfetta sinergia delle diverse articolazioni della squadra navale nell’addestramento avanzato del personale.

Il corso NAWS rappresenta quindi un momento di preparazione professionale di alto livello, che tutti gli equipaggi di volo dovranno in futuro possedere.

FONTE: Logo DifesaMarina

Alcune immagini del corso

FacebookTwitterRSS FeedPinterest Pin It

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.