Adriatico sommerso: i sub-archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondità, di cosa si tratta?

L’Adriatico si rivela essere ancora una volta un baule strabordante di tesori archeologici.

adriatico sommerso i sub archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondita di cosa si tratta 740x416

 Alessandro Marinucci

L’Adriatico si rivela essere ancora una volta un baule strabordante di tesori archeologici. Il focus odierno è nella sua estremità nord-orientale, al largo della costa istriana, tra la frazione di Portorose (Portoroz in sloveno) e la località di Fizine. Qui, un’equipe di sub-archeologi si è imbattuta in antiche nonché insolite strutture. Il complesso sommerso è limpidamente visibile dall’alto, come dimostrano le immagini catturate dai droni, ma anche osservando dalla prospettiva costiera è abbastanza semplice riconoscere l’assetto architettonico. La domanda sorge immediata: di cosa si tratta?Il team di ricerca, analisi e studio indica come il complesso non sia altro che una porzione di porto romano. Esso sarebbe dotato persino di bacini appositamente costruiti per l’allevamento del pesce. Le vasche sono comunemente note come “peschiere” o “piscine vivarie”. Ad avvalorare la già saldissima tesi proposta dagli esperti locali, ci sarebbero delle evidenze storiche documentate. Quest’ultime vedono Portorose essere, prima ancora di un avamposto commerciale della Serenissima, un centro portuale di origine romana.

adriatico sommerso i sub archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondita di cosa si tratta 1

Scavando ancora un po’ nell’antichità dell’insediamento, si scovano altre informazioni degne di nota. La perla del litorale adriatico era in passato un’area abitata da tribù celtiche, forse già dal IV o III secolo a.C. Roma avrebbe esteso la propria egemonia politica prima ancora che amministrativo-burocratica nel 178 a.C. In seno alla tarda età repubblicana, nell’area sorsero fattorie di dimensioni non trascurabili e deliziose ville volute dal patriziato locale.

adriatico sommerso i sub archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondita di cosa si tratta 2

Il presente conferma tali caratteristiche, in special modo grazie al lavoro svolto dagli esperti dello ZaPa (Zavod za Podvodno Arheologijo), ovvero il servizio archeologico subacqueo. Appositamente definite “insolite strutture” dal sottoscritto per il velo di mistero che sembra rivestirle, le vasche per l’allevamento ittico risaltano nella forma nonostante i metri d’acqua cristallina che sovrastano il tutto.

adriatico sommerso i sub archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondita di cosa si tratta 3

A contornare la già piacevole vicenda ci sarebbe il ritrovamento di manufatti antichi, seppur figli di epoche diverse. Anfore, vasellame, così come oggetti metallici, vetri lavorati e tavole in terracotta, dimostrano l’attivismo locale in materia di produzione artigianale durante i secoli che intercorrono dal dominio romano fino al Tardoantico. Secondo altri ricercatori, la scoperta al largo della costa istriana è simile, per alcuni versi, a quelle annunciate di recente su litorale levantino, nei pressi di Cesarea (foto sottostanti).

adriatico sommerso i sub archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondita di cosa si tratta 4

Gli operatori sloveni hanno rilasciato dei commenti a riguardo, con i quali vorrei coronare il contenuto dell’articolo. Il portavoce ZaPa si esprime così: “Gli strati intatti di epoca romana del sito contenevano una grande quantità di frammenti di ceramicaSecondo i ritrovamenti finora si tratta per lo più di vasi tardo antichi importati: anfore, stoviglie e stoviglie pregiate. Inoltre, nel sito abbiamo scoperto un elemento di chiglia e compiuto due ritrovamenti eccezionali. Uno riferito ad alberi di nave e l’altra scoperta inerente un gran numero di pali lignei. I ritrovamenti finora effettuati, nel contesto della posizione eccezionalmente tranquilla lungo la costa e di altri siti nelle immediate vicinanze, indicano che nella tarda antichità esisteva un piccolo porto con un ormeggio e una struttura in legno – o un frangiflutti in funzione alla comunicazione con la costa”.

FONTE:STORIA CHE PASSIONE

News varie dal mare, Adriatico sommerso: i sub-archeologi individuano delle insolite strutture a diversi metri di profondità, di cosa si tratta?

  • Visite: 113

Ti piace l'articolo? Condividilo

Facebook Twitter

Non arrenderti mai amico mio, impare a cercare sempre il sole, anche quando sembra che venga la  tempesta ... e lotta!

Mi trovate anche nei Social

Disclaimer

Si dichiara, ai sensi della legge del 7 Marzo 2001 n. 62 che questo sito non rientra nella categoria di "Informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari. Le immagini dei collaboratori detentori del Copyright © sono riproducibili solo dietro specifica autorizzazione. Il contenuto del sito, comprensivo di testi e immagini, eccetto dove espressamente specificato, è protetto da Copyright © e non può essere riprodotto e diffuso tramite nessun mezzo elettronico o cartaceo senza esplicita autorizzazione scritta da parte dello staff di ”Il Mare nel cuore”
Copyright © All Right Reserve

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.