itenfrderorues

Ritrovato il relitto della portaerei "USS Lexington"

Anche se tradotto un po' maluccio dall'inglese quello che conta è il contenuto

Lexington1

Il relitto di una delle prime portaerei della US Navy è stato localizzato sul fondo del Mar dei Coralli, a 500 miglia dalla costa orientale dell'Australia.
La USS Lexington fu scoperta a 3000 metri (circa due miglia) sotto la superficie dall'equipaggio della spedizione della nave da ricerca (R / V) Petrel il 4 marzo - 76 anni dopo che affondò durante la Battaglia del Mar dei Coralli.
"Per rendere omaggio alla USS Lexington e ai coraggiosi uomini che le sono serviti è un onore", ha detto il miliardario e co-fondatore di Microsoft Paul Allen. "Come americani, tutti noi dobbiamo un debito di gratitudine a tutti coloro che hanno servito e che continuano a servire il nostro paese per il loro coraggio, perseveranza e sacrificio".
Come una delle prime compagnie aeree americane mai costruite, la Lexington divenne nota come "Lady Lex" e andò a terra con 35 aerei a bordo.
"Lexington era sulla nostra lista di priorità perché era una delle navi capitali perse durante la seconda guerra mondiale", ha detto Robert Kraft, direttore delle operazioni sottomarine di Allen. "Sulla base della geografia, del periodo dell'anno e di altri fattori, lavoro con Paul Allen per determinare quali missioni perseguire. Abbiamo pianificato di localizzare la Lexington per circa sei mesi e si è riunita bene. "
La USS Lexington fu inizialmente commissionata come incrociatore da battaglia, ma fu lanciata come portaerei nel 1925. Partecipò alla Battaglia del Mar dei Coralli (4-8 maggio 1942) insieme alla USS Yorktown contro tre corrieri giapponesi. Questa è stata la prima battaglia tra carrier e carrier nella storia ed è stata la prima volta che le forze giapponesi hanno subito una battuta d'arresto permanente nelle sue avances in Nuova Guinea e in Australia. Tuttavia, gli Stati Uniti hanno perso Lexington e 216 del suo illustre equipaggio.
La Lexington è stata colpita da più siluri e bombe l'8 maggio, ma è stata un'esplosione secondaria che ha provocato incendi incontrollati che alla fine hanno giustificato la richiesta di abbandonare la nave. La USS Phelps consegnò gli ultimi siluri che affondarono la paralizzante Lady Lex, la prima vittima della portaerei nella storia. Con altre navi statunitensi in attesa, sono stati soccorsi 2.770 membri dell'equipaggio e ufficiali, tra cui il capitano e il suo cane Wags, la mascotte sempre presente.
Durante la Battaglia del Mar dei Coralli la marina giapponese affondò USS Lexington (CV-2), USS Sims (DD-409) e USS Neosho (AO-23), danneggiando la USS Yorktown. I giapponesi persero una portante leggera (Shōhō) e subirono danni significativi a una flotta (Shōkaku).
"Come figlio di una sopravvissuta della USS Lexington, porgo le mie congratulazioni a Paul Allen e all'equipaggio della spedizione di Research Vessel (R / V) Petrel per aver localizzato la" Lady Lex ", affondata quasi 76 anni fa nella battaglia di Coral Mare ", ha detto l'Ammiraglio di Marina Harry B. Harris Jr., capo del Comando del Pacifico degli Stati Uniti. "Onoriamo il valore e il sacrificio dei marinai di" Lady Lex "- tutti quegli americani che hanno combattuto nella seconda guerra mondiale - continuando a garantire le libertà che hanno vinto per tutti noi".
Sulla base di alcuni successi iniziali con il suo Octopus M / Y, Allen acquistò e riadattò la Petron R / V da 250 piedi con un'attrezzatura sottomarina capace di immergersi fino a 6.000 metri (o tre miglia e mezzo). Dal suo dispiegamento all'inizio del 2017, la nave è stata attiva in diverse missioni nel Mar delle Filippine prima della sua transizione verso il Mar dei Coralli al largo della costa australiana.
Le spedizioni guidate da Allen hanno anche portato alla scoperta di USS Indianapolis (agosto 2017), USS Ward (novembre 2017), USS Astoria (febbraio 2015), corazzata giapponese Musashi (marzo 2015) e del cacciatorpediniere italiano della seconda guerra mondiale Artigliere (marzo 2017) . Il team di spedizione di Allen è stato trasferito definitivamente alla R / V Petrel appena acquisita e riadattata nel 2016 con una missione specifica intorno alla ricerca, all'esplorazione e al rilevamento di navi da guerra storiche e altri importanti artefatti.

 Lexington2

 

Lexington3

 

FONTE: Si Vis Pacem Para Bellum (Facebook)

Tags: News Marina Militare,, USS Lexington

Stampa

FacebookTwitterRSS FeedPinterest Pin It

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.