Ultimo viaggio per l'USS Dallas: il sottomarino che ha dato la 'caccia' all'Ottobre Rosso

(di Davide Bartoccini)
25/11/16

251116 dallas 1Addio all'USS Dallas, il sottomarino d'attacco classe Los Angeles che tutti abbiamo imparato ad adorare nel capolavoro hollywoodiano 'Caccia a Ottobre Rosso'.

Il sottomarino 'classe 688' da dove il celebre Jack Ryan, personaggio di Tom Clancy interpretato da Alec Baldwin, comunica attraverso 'singoli impulsi sonar' con il comandante disertore Marko Ramius (Sean Connery), va i pensione dopo 35 anni di servizio attivo nell'U.S. Navy.

Commissionato nel 1981, l'USS Dallas torna per l'ultima volta alla base di Groton, Connecticut, dove si è riunito alla sua famiglia di sottomarini nucleari d'attacco, i più diffusi durante la Guerra fredda, appositamente studiati per il lancio avanzato attraverso tubi verticali (Vertical Launch System, VLS) dei missili da crociera Tomahawk.

251116 dallas 3Durante il suo ultimo viaggio in servizio l'USS Dallas ha solcato 42.000 miglia di mare, facendo scalo nei porti di Oman, Emirati Arabi Uniti, Bahrain, la Scozia e la Francia.

Non so voi, ma per me rimarrà per sempre illustre complice della mia precoce passione per la Marina, oltre che tassello importante per cercare di capire da bambino cosa potesse voler dire Guerra Fredda.

(foto: U.S. Navy / web)

FONTE: Logo difesaonline

News Marina Militare,, USS Dallas, Ottbre Rosso

  • Visite: 1376

Marina Militare - La Marina Militare riceve il premio "Galileo 2000"

Logo Ministerodifesa Marina

La Marina ha ricevuto il Premio Galileo 2000 al Teatro della Pergola di Firenze

24 novembre 2016

Rosario Naimo -

 "Per aver svolto un'azione straordinaria nella grave emergenza dei flussi migratori, azione che è divenuta al tempo stesso esempio universale e faro di una visione più ampia di Europa, segno di una civiltà profondamente umana e ferma nella duplice azione di soccorso e di tutela dell'integrità dei diritti di tutti gli uomini".

Con questa motivazione, la Marina Militare ha ricevuto, ieri sera al Teatro della Pergola a Firenze, il Premio Galileo 2000.

"Azioni concrete, svolte nella semplice vita quotidiana in mare", come ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, all'atto del conferimento del riconoscimento.

Tra gli altri premiati della XVII edizione del premio - in tutto sette quante le opere della Misericordia, realizzata, appunto, a conclusione del Giubileo Straordinario della Misericordia - il Governo greco, la Comunità di sant'Egidio, la Croce Rossa di Kos, la Comunità musulmana in Francia, il rabbino di Dortmund Avichai Apel e il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, autore del libro Lacrime di sale, raccolta di testimonianze vissute dal 1991 di situazioni drammatiche conseguenti alle ondate migratorie, che ha sottolineato quanto sia stata fondamentale la collaborazione con la Marina e non solo.

"Loro, i marinai, li ho subito ribattezzati gli angeli del mare – ha detto il dottore di Lampedusa -. Grazie al loro contributo, al loro coraggio, al loro senso del dovere ma soprattutto alla loro umanità, molti sono riusciti ad arrivare a terra vivi".

Il Premio Galileo2000, assegnato da un comitato scientifico presieduto dal suo fondatore, l'avvocato Alfonso De Virgilis, e composto tra gli altri dall'attrice Irene Papas, la pianista Irina Strozzi discendente della Monna Lisa, vanta nel suo ventennale palmares figure di spicco del mondo economico, politico, culturale e scientifico insignito anche di Premio Nobel.

  • Momenti_Premiazione_Galileo2000
  • Momenti_Premiazione_Galileo20001
  • Momenti_Premiazione_Galileo200010
  • Momenti_Premiazione_Galileo200011
  • Momenti_Premiazione_Galileo200012
  • Momenti_Premiazione_Galileo200013
  • Momenti_Premiazione_Galileo20002
  • Momenti_Premiazione_Galileo20003
  • Momenti_Premiazione_Galileo20004
  • Momenti_Premiazione_Galileo20005
  • Momenti_Premiazione_Galileo20006
  • Momenti_Premiazione_Galileo20007
  • Momenti_Premiazione_Galileo20008
  • Momenti_Premiazione_Galileo20009

FONTE: Logo Notiziaro Immagine

News Marina Militare,, Premio Galileo 2000

  • Visite: 1301

Marina Militare: effettuato il primo lancio di un missile Aster 30 da nave Bergamini

(di Marina Militare) 23/11/16

Aster 30Ieri, presso il poligono interforze di Salto di Quirra, è stato effettuato con successo il primo lancio di un missile Aster 30 telemetrico da Nave Bergamini per la qualifica del sistema missilistico terra-aria di auto-difesa estesa (SAAM ESD, Surface to Air Anti Missile System Extended Self Defence).

Il sistema SAAM ESD consente di ampliare il concetto di autodifesa della semplice unità lanciante a quello di difesa di altre unità, come nel caso di un gruppo navale impegnato in attività operativa.

“Il lancio è stato effettuato in piena aderenza alla pianificazione che abbiamo elaborato. Tutte le fasi del lancio hanno rispecchiato fedelmente le attese. Il successo del lancio conferma l'eccellente lavoro di squadra che durante questa complessa attività abbiamo svolto in perfetta sinergia con l’industria" ha descritto il capitano di fregata Angelo Turco, dello Stato Maggiore Marina, responsabile della preparazione e dell’esecuzione del lancio presso il poligono.

Il lancio avvenuto ieri è uno dei più rilevanti lanci di tipo tecnico-sperimentale che la Marina ha effettuato presso il poligono nazionale del Salto di Quirra e rappresenta, in ottica Sistema-Paese, un importante evento che favorirà l’industria nazionale del settore “alta tecnologia” anche su i mercati esteri. Questo evento segna anche il ritorno all’impiego, dopo quattro anni, del poligono sardo nel rispetto dei più moderni requisiti di tutela ambientale. 

Il sistema missilistico, la cui produzione è sotto la responsabilità della società italiana MBDA IT, è composto da un calcolatore AGIS (Assieme di Gestione Interfaccia Sistema) per le funzioni di comando e controllo, un radar multifunzione attivo MFR-A (Multi Function Radar – Attivo) per le funzioni di ricerca, scoperta, tracciamento bersagli e guida missili e dal gruppo di due moduli di lancio verticale Sylver A-50.

Il piano di qualifica per il sistema missilistico si concluderà con un successivo lancio, programmato per il prossimo aprile 2017, che avverrà con il sistema missilistico SAAM ESD in modalità integrata con il sistema di combattimento di bordo (CMS, Combat Management System).

Bergamini

La nave Bergamini della Marina Militare

FONTE: Logo difesaonline

News Marina Militare,, Lancio missile Aster, Bergamini

  • Visite: 1390

È morto Enzo Maiorca, “il signore degli abissi”

Più volte recordman di immersione in apnea si è spento questa mattina a Siracusa a 85 anni

Maiorca figlia

Enzo Maiorca con la figlia Rossana, scomparsa nel 2015 per un tumore

È morto all’alba di oggi nella sua casa di Siracusa, Enzo Majorca, aveva 85 anni. Una leggenda del binomio fra l’uomo e il mare. Sanguigno, a volte spigoloso, ha collezionato record di immersioni in apnea: «Il mare è stata la mia seconda casa - confessava- io gli sono grato». La camera ardente è stata allestita a Palazzo Vermexio, a Siracusa. 

I record in assetto variabile  

Una carriera la sua che, dagli anni ’60 fino ai primi anni ’90 si è spinto sempre più giù raggiungendo, con la tecnica dell’assetto variabile, profondità mai conquistate prima dall’uomo. «Un giorno - rivelò - un amico medico mi ha mostrato un articolo in cui si parlava di un nuovo record di profondità a -41 metri, strappato a Bucher da Falco e Novelli. Era l’estate 1956 e rimasi fortemente suggestionato da quell’impresa così audace». Partì da -45 metri nel 1960, battendo il brasiliano Amerigo Santarelli. Si migliorò per 17 volte, l’ultima nel 1988, quando, dopo essersi ritirato nel 1976, tornò all’apnea e arrivò a toccare uno stupefacente -101 all’età di 57 anni. In assetto costante restano un’impresa nella storia di questa disciplina i -55 metri del 1979. 

News varie dal mare, Maiorca

Continua a leggere

  • Visite: 4880

Marina Militare: al via la vendita di corvette, fregate e cacciatorpediniere usate

È la più grande operazione di vendita di navi belliche dismesse: 60 i mezzi navali obsoleti da cedere a forze armate straniere, tra questi uno mai consegnato a Saddam Hussein. Serve come autofinanziamento per le spese degli armamenti. Il governo vigila sul rischio triangolazioni. Le imbarcazioni da guerra saranno prima ristrutturate nei nostri cantieri

di ALBERTO CUSTODERO

D 570

ROMA - "Sommergibile acciaio, sei tubi lancia siluri, 20 nodi di velocità a 300 metri di profondità, vendesi. No terroristi o Stati canaglia". Ci fosse una bacheca Seconda mano della Marina Militare Italiana, si potrebbe leggere un annuncio 'usato sicuro' di questo genere. Il prossimo 24 maggio, infatti, il porto di La Spezia si trasformerà in una enorme fiera dove saranno esposte le navi dismesse della nostra Marina. Quello in corso è il più grande progetto di dismissione di navi da guerra usate della storia della Repubblica. La maggior parte dei mezzi navali della Marina Militare ha superato il limite della vita operativa utile, che per l'attuale generazione di navi è di circa 20 anni.

News Marina Militare,, Vendita Navi militari obsolete

Continua a leggere

  • Visite: 2209

Il giorno della svolta-Nello Ricciardi

Nello Ricciardi
Quella domenica del 3 settembre 1978, non fu una giornata di festa di routine. Passai la nottata del sabato con gli occhi sbarrati ed i pensieri che si rincorrevano nella mia mente. Aspettavo da un anno e mezzo quel giorno. Lasciai la scuola, mentre frequentavo il secondo anno dell'Itis a San Sossio e lo stesso giorno andai a far domanda per arruolarmi nella Marina Militare.
Dovetti combattere non poco con mia mamma, che non ne voleva saperne di farmi andar via da Marigliano e senza la sua firma non potevo completare la domanda. Dovette intervenire mio fratello Giacomo, che dopo varie e lunghe discussioni riuscì a convincerla a firmare quel modulo così troppo importante per me. Mio padre, invece, non ci pensò due volte, firmò subito, anzi mi esortava a seguire quel percorso di vita. La domanda partì regolarmente e nell’attesa di una risposta, mi misi a lavorare sia per bisogno sia per non far diventare l'ozio il mio peggior passatempo e compagno di vita.
Il borsone con i pochi effetti di vestiario personale lo preparai con largo anticipo. La cartolina gialla del Ministero della Marina Militare, oltre a ricordarmi che ero vincitore del concorso per sottufficiali e che dovevo raggiungere le Scuole C.E.M.M. di Taranto in serata , comunque non oltre le 23.00, mi consigliava di non portare troppo vestiario civile, in quanto nei primi sei mesi non ne avrei avuto bisogno.
Assaporai con lentezza quell'ultimo pasto domenicale con la mia famiglia. I soliti ziti spezzati nel ragù e le ultime polpette al sugo, il mio secondo preferito, mi sembrarono più squisiti del solito. Ero nello stesso tempo euforico e preoccupato.

News varie dal mare, Nello Ricciardi, Il giorno della svolta

Continua a leggere

  • Visite: 2077

Conquista dell’Honor Graduate per un palombaro della Marina

Logo Ministerodifesa Marina

Logo Notiziario online

Il corso, della durata di oltre 4 mesi, ha sottoposto 18 frequentatori a un intenso addestramento finalizzato a conseguire la capacità di condurre e dirigere operazioni subacquee militari

3 novembre 2016

Giampaolo Trucco

Honor Graduate5ridLo scorso 31 ottobre si è concluso, presso lo "United States Naval Diving and Salvage Training Center" di Panama City Beach in Florida, il corso Joint Diving Officer (J.D.O.) per gli ufficiali palombari della Marina degli Stati Uniti.

Il corso, della durata di oltre 4 mesi, ha sottoposto 18 frequentatori a un intenso addestramento, finalizzato a conseguire la capacità di condurre e dirigere operazioni subacquee militari (Diver Supervisor).

16 ufficiali statunitensi, 1 sud coreano e il tenente di vascello  SUB-EOD, Marco Tullio Cicerone di nave Anteo, unità navale alle dipendenze di Comsubin, sono stati sottoposti ai test giornalieri previsti dai programmi del J.D.O. LA formazione è culminata con la famigerata pool week, pietra miliare nella formazione dei subacquei statunitensi, durante la quale gli aspiranti palombari vengono sottoposti a prove durissime ad alto impatto emotivo.

Tra operazioni subacquee, tese al recupero di natanti affondati, e immersioni lavorative effettuate nell'Oceano Atlantico, il nostro rappresentante ha dimostrato di possedere eccellenti capacità professionali tanto che, al termine delle 18 settimane, si è distinto sia nelle prove accademiche che in quelle pratico/sportive, classificandosi primo del corso e guadagnandosi il titolo di "Honor Graduate". 

Un eccellente risultato che conferma, ancora una volta, la bontà del percorso addestrativo seguito dalla Scuola subacquei di Comsubin che da oltre 165 anni forma i palombari della Marina.

  • Honor_Graduate
  • Honor_Graduate1
  • Honor_Graduate10
  • Honor_Graduate11
  • Honor_Graduate12
  • Honor_Graduate13
  • Honor_Graduate2
  • Honor_Graduate3
  • Honor_Graduate4
  • Honor_Graduate5
  • Honor_Graduate6
  • Honor_Graduate7
  • Honor_Graduate8
  • Honor_Graduate9

Fonte: Logo Notiziaro Immagine

1

News Marina Militare,, Palombari, Honor Graduate, Marco Tullio Cicerone

  • Visite: 2010

Ti piace l'articolo? Condividilo

Facebook Twitter

Non arrenderti mai amico mio, impare a cercare sempre il sole, anche quando sembra che venga la  tempesta ... e lotta!

Mi trovate anche nei Social

Disclaimer

Si dichiara, ai sensi della legge del 7 Marzo 2001 n. 62 che questo sito non rientra nella categoria di "Informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari. Le immagini dei collaboratori detentori del Copyright © sono riproducibili solo dietro specifica autorizzazione. Il contenuto del sito, comprensivo di testi e immagini, eccetto dove espressamente specificato, è protetto da Copyright © e non può essere riprodotto e diffuso tramite nessun mezzo elettronico o cartaceo senza esplicita autorizzazione scritta da parte dello staff di ”Il Mare nel cuore”
Copyright © All Right Reserve

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.