Il senso della vita

https://lh5.googleusercontent.com/-J5reUnA52Gs/UpCpAAY6dPI/AAAAAAADQyY/hViSmjcsB0I/w600-h405-no/95c84c1d4cc4320d5432dd40cf68f7e5.gif                    

Le pagine bianche di un libro ad indicare che spetta ad ognuno di noi completarle con le pagine delle propria vita.

La nostra vita è solo ed esclusivamente nelle nostre mani e tocca a noi fare di tutto per costruirla "pagina per pagina".

Italian English German Romanian Russian Spanish
Il Vento

il vento 

 

Poesie del mare

La scelta di inserire una sezione dedicata alle poesie del mare era d'obbligo.

Se guardate nel web, basta digitare "poesie" che si è sommersi da articoli e riferimenti che riconducono a pubblicazioni di poesie. Da sempre l'editoria ha preso in seria considerazione questo argomento. E proprio sull'argomento poesie, che esiste un settore specifico, le poesie del mare, appunto. Sono tantissime credetemi! Tra l'altro, anche l'Ufficio Storico della Marina Militare, non poteva esimersi dal pubblicare un volume di poesie dedicate al mare. Da questo volume (a cura di Rodolfo Francesconi ) e da tanti altri spunti personali e del web vi propongo alcune delle, a mio parere, più belle poesie del mare. Naturalmente aspetto anche vostre proposte, come previsto dalla mia mission. Fatevi avanti, sia via mail che con i social collegati al sito.

knots luxury blu

Noi - Guglielmo Trovato

Noi,
nati nel mare,
per essere fratelli.
Oggi, sempre più soli,
distanti e lontani,
siamo all'orizzonte,
in rotta, verso un destino ignoto.
Vicini e gioiosi nel rivivere ricordi di mare,
intensi e forti,
che vita già trascorsa,
ha lasciato profumi e sapori di mare.
guglielmo trovato

(Guglielmo Trovato)

Stampa

Sogno sul mare-Bruno Sportelli

Mare Sportelli

 

 

 

 

 

 

 

 

Guarderò il mare per cercare i miei sogni.
Aspetterò il vento che porta al tramonto
seduto tra la rena e lo scoglio.
Scoglio che sa cullarmi e raccontar storie di mare
e di marinai che raccontano storie.
Come una sardina mi rotolerò
sulla sabbia dorata
per immergermi nei raggi
di quel sole amante del mare.
Aspetterò la risacca per ungermi di salsedine.
E lentamente raggiungerò quell’aperto mare
dove sentire tutto l’amore addosso
mi dà il senso della vita.
E quell’allegria
nel vedere i colori del mare in questo autunno
cosi voglioso di unirsi all’inverno
è l’emozione più bella e dolce
che un anima possa vivere.
Mare romantico
mare che aiuta i timidi a mostrare il cuore
senza quelle paure di essere derisi.
Mare che sa donare la voglia di emozionare
mentre io resto a guardare dallo scoglio
tutti i temerari
che davanti al mare cercano la felicità .
Quella felicità restata incagliata nella rete di rughe
che sulla pelle e sul cuore avanzano col tempo
dimenticando che davanti al mare
la felicità
è ricordarsi di essere stati bambini.
E i bambini sognano e io davanti al mare
sono felice
perché non smetto di sognare.

Bruno Sportelli viso

 

Bruno Sportelli

Stampa

I marinai- Amm. Franco Spagnoli

marinai

Noi marinai non siamo come voi,
Noi siamo della nave e la nave è di noi.
Che ne sai, sulla terra,
di quest'onda immensa orlata di frangenti,
che corre inesorabile all'incontro sollevando la prua come un fuscelloe la fa ricadere nel gran gorgo e poi scroscia sui fianchi all'avanzare.
Che ne sai tu di quello che si sente
di notte in una plancia
dove non v'è altra luce
di quella dei quadranti
con cifre azzurre per i nostri occhi attenti.
dove non v'è altro suono
che l'aritmia dei conta giri
e il nostro calmo respirare.
Mentre i binocoli delle vedette scrutano dalle alette l'orizzonte.
Che ne sai tu delle stelle che sono come un manto che dall'alto ci avvolge come un immenso altare dove si può pregare.
Noi consapevoli ad ogni istante
che ognuno ha gli altri accanto
e che se pure potremmo
perire tutti insieme ogni momento
Ognuno e sempre pronto a soccorrere l'altro
a rischio di se stesso.
Che ne sai. sulla terra, del legame profondo che unisce i marinai di tutto il mondo. Noi che parliamo un linguaggio diverso che non sa i confini di razze e di paesi,
Noi che abbiamo nel cuore il sapore di ciò che voi solo con le parole tentate di chiamare liberta.

Amm. Franco Spagnoli

"Scritta quando giovane ufficiale di rotta sul C.T. Ardimentoso ero in navigazione di guerra"

Stampa

Voglia d'a...mare-Bruno Sportelli

Voglia damare

Quella voglia trasuda sempre più forte
cercando la dove non può esserci
di placare quell’ arsura che attanaglia il mio cuore
Voglia d’amarti , voglia d’accarezzarti, voglia di goderti.
Voglia di averti per allungare quel sogno
degno dicitore delle mie esigenze.
Quest’autunno ti ha portato lontano,mi ha portato lontano
ma non sa tenerti lontano dai miei sentimenti
ormai radicati con sempre più forza da sembrare
porti di mare dove cercar ristoro alle fatiche.
Mare che sai amare chi ti ama
inventami visioni
che portino il sorriso sulle mie labbra
dammi quel sole che tramontando
s’appoggia su quelle lenzuola bianco d’onda
che tu accogli per proteggerlo dal sonno della vita.
E io che guardo questa meraviglia che regali
continuo a guardarti per stampare nel mio cuore
quei meravigliosi colori che inventi.
Quelle onde che regali al sole dormiente sono
le lenzuola dell’anima , della mia anima.
E mi rassereno, certo, che nessuno mai potrà
rubare questa meravigliosa vita che continuamente
doni a chi come me ama essere chiamato:
Amante del mare.
Mare amante fedele e eterno
Fammi vedere in questo tempo il tuo vivere
fammi vedere i sogni di chi difende l’ amore
che sprigiona quel coraggio di farlo grande fino al cielo.
Cielo che confondi col colore dei tuoi baci.
Baci che accarezzano e cullano la voglia di vivere
sapendo che non tradirai mai chi ti ama.
Chi ama il mare non tradirà mai e
io amo il mare
Compagna fedele dei miei sogni.

Bruno Sportelli viso Bruno Sportelli

Stampa

Certe donne

Depascalis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessuno l'aveva mai spogliata davvero.
Solo il mare conosceva le sue nudità.
Certe donne il mare lo portano dentro.
Hanno l'anima che gli rassomiglia
Quiete o tempesta,
sanno incantare.
Sembrano vinte,
ma stanno per vincere,
entrano in profondità.
Te le trovi ovunque,
con i loro sogni salati di lacrime o salsedine,
ma con la pretesa di prendere tutto.
Lei era lì,
davanti al mare,
quasi fosse il suo altare
a chiedergli
a raccontare,
tra cumoli di sogni infranti
e speranze da accarezzare.

Angelo De Pascalis

Stampa

FacebookTwitterRSS FeedPinterest
Pin It

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.